Contenuto principale

Guida sentimentale di Orvieto

GUIDA SENTIMENTALE DI ORVIETO

 

Questa guida, nata da un laboratorio di scrittura creativa tenuto da Laura Ricci all'Unitre, racconta la città di Orvieto “con gli occhi del sentimento”, secondo la scelta libera ma esaustiva di chi ha partecipato alla redazione del lavoro. La dimensione urbana che scaturisce dalla narrazione si presenta come un tessuto poliedrico di spazi che, con le loro bellezze e le loro criticità, talvolta con le piccole ossessioni che suscitano, disegnano una topografia dell'anima tracciando una mappa di pensieri e sensazioni.

Secondo Benjamin una città descritta da un nativo somiglia sempre a un libro di memorie, perché non invano vi ha trascorso la sua infanzia. È quanto accade in gran parte in questa guida, dove i luoghi sono rappresentati non tanto rispetto al punto di vista, dunque allo sguardo, quanto piuttosto rispetto alla collocazione temporale del proprio vissuto, dunque alla coscienza. L'effetto è quello di una città che risuona e si compone lentamente come in un canto polifonico e in un rimando di echi, così da mostrare luoghi diversi che le narrazioni e l'iconografia concentrate intorno al grandioso trinomio Rupe-Duomo-Pozzo di San Patrizio trascurano e schiacciano, e che invece conservano storia, memoria e potenzialità di scoperta e suggestione. La ricchezza di un lavoro come questo, a fronte di tante pagine letterarie o storico-artistiche illustri su Orvieto, è proprio nello sbilanciamento che, della città, restituisce anche il lato in ombra e il vissuto quotidiano di chi la abita.

La guida è completata da alcune schede informative, per meglio inquadrare alcuni aspetti dei luoghi o delle persone di cui si narra, e dalle suggestive foto di Francesco Ercolani, architetto:  inquadrature originali e non scontate della città, in stretta relazione con i luoghi dell'anima descritti nei testi.  

Titolo: Guida sentimentale di Orvieto
Collana: Spazi
Autrici e Autori Vari (a cura di Laura Ricci)
Testi di: Tina Abenante, Maria Barlozzetti, Antonio Bergami, Paola Bonifazi, Luigia Caracausi, Aurora Cincinelli, Ornella Cioni, Raffaele Davanzo, Giuseppe M. Della Fina, Francesco Ercolani, Giuseppina Filpi, Luisa Fiumi, Stefania Fontani, Loretta Fuccello, Maria Antonietta Gambacorta, Eugenia Mocio Pellegrini, Nazzareno Montanucci, Shirli Ouimette, Giulia Parrano, Laura Ricci, Luigia Rumore, Linda Sciri, Paola Sellerio, Angiolina Vonmoos.
Fotografie di Francesco Ercolani.
Pagine: 266
Prezzo: € 15,00


ISBN 9 788899 951108

 

 

Lettere da Salonicco

Lettere da Salonicco

 

Poetessa, scrittrice di viaggi, infermiera, poliglotta, femminista. Jelena Dimitrijević nasce il 27 marzo 1862 a Kruševac da Nikola Miljković, commerciante, e da Stamenka, figlia del principe Milojko di Aleksinac. Insieme al marito viaggia molto, tra Skopje, Salonicco, Costantinopoli e altrove. Attratta dal mondo orientale e dalle donne turche, entra negli harem per conoscerle direttamente. Scrive numerose opere letterarie in versi e prosa. Nel 1918 a Sarajevo escono Pisma iz Soluna (Lettere da Salonicco), una raccolta di lettere già pubblicate a puntate a Belgrado nel 1909.

Scrive: «Sono passati i tempi in cui la donna era oggetto di piacere del marito. E sono passati i tempi in cui la donna era considerata una cosa, un oggetto senz’anima... Questo mi è venuto in mente più di una volta ora, a Salonicco; e da due sere penso soltanto a questo e rifletto su come cominciare e su chi deve cominciare. Le donne, ovviamente, ma solo le turche o... E ho sentito, e ne sono stata molto contenta, che hanno cominciato da sole. Alcune di loro, intelligenti e libere, si sono riunite e hanno scritto una domanda. [...] E sono andata alla ricerca di quelle donne eroiche, delle loro firme su quella petizione, ma non le ho trovate. Forse sono state loro stesse a mettere in circolazione la voce per far sì che i loro uomini cominciassero a riflettere...».

 

Titolo: Lettere da Salonicco
Autrice: Jelena Dimitrijević
Traduzione e cura: Ginevra Pugliese
Prefazione: Marija Mitrović

Collana: Memorie
Pagine: 138
Prezzo: € 14,00

 

ISBN 9788899951078

Artemisia allo specchio

Artemisia allo specchio

 

Un romanzo biografico a più voci, una sorta di diario come dialogo intessuto di presenze in colloquio fitto con la protagonista narratrice, Artemisia Gentileschi, che ripercorre dall'interno le vicende della propria vita, dall'infanzia alla morte, e le sue scelte artistiche. Angèle Paoli recupera alcune verità dai documenti d’archivio operando un filtro sugli eventi che preferisce narrare: grazie alla finzione, la storia sembra andare aldilà della durata e della contingenza dei fatti arrivando fino ai tempi che ci sono vicini.

Emerge il ritratto di una donna capace di decidere di sé, della forza dei suoi progetti, consapevole della innovazione rivoluzionaria della propria arte, pronta a mettersi in agone nella società contemporanea in un territorio prettamente maschile come quello della creazione artistica. Un fine lavoro di documentazione che restituisce la società del Seicento, gli eventi pubblici, i conflitti, il clima culturale e di potere delle diverse Corti in cui Artemisia è vissuta e ha operato

 

 

Titolo: Artemisia allo specchio. Breve storia delle mie vite
Autrice: Angèle Paoli
Traduttrice: Anna Tauzzi
Collana: Trame
Pagine: 236
Prezzo: € 15,00

ISBN 978889995109

 

 

Fiabe, una per dito / Pravljice, za vsak prstena

Cinque fiabe in versione bilingue, italiano e sloveno. Cinque storie, una per dito appunto, in cui  animali, insetti, piante, ortaggi, gnomi, creature immaginate e - come nella fiaba più tradizionale ma senza aver nulla di tradizionale - un giullare, una principessa e un mostro che diventa principe parlano e agiscono, ponendo in modo allegro e divertente eterni e dunque attualissimi quesiti morali. Con un linguaggio vivace e arguto, ricco di filastrocche e dialoghi gustosi.

Fiabe che si possono leggere o narrare, per divertimento e contemporaneamente per riflettere, o anche per meglio apprendere lo sloveno e l'italiano. E che si possono sfogliare e ammirare nell'accattivante volume cartonato a grande dimensione come quelli di una volta, arricchito dalle illustrazioni di Dunja Jogan.

 

Titolo: Fiabe, una per dito / Pravljice, za vsak prstena
Autore: Marko Kravos
Traduttrice: Darja Betocchi

Illustrazioni: Dunja Jogan
Collana: Isole
Pagine: 104
Prezzo: € 15,00

ISBN 9788899951061

storie de fausta

storie de faista

 

come ’desso me vedo in treno noi due quel
dodici setembre milenovecentocinquantasei
de sol de bora ciara e ’rivadi de matina ’pena
fora de la stazion santa lucia el canal grande
gondole motoscafi vaporeti e là la gente

Le vicende  biografiche di Fausta Nieder, triestina, classe 1902 (anno dello sciopero dei fuochisti del Lloyd Austriaco), sarta d’alta moda ormai a riposo, sono narrate in prima persona, con andamento non cronologico, ma seguendo la labile traccia di un monologo interiore che si snoda attraverso una lunga passeggiata per le vie del centro in una mattina di maggio del 1970. E con Fausta si racconta la città di Trieste, i suoi luoghi, la sua storia tormentata.



Titolo: storie de fausta
Autore: Claudio Grisancich
Prefazione e versione italiana: Walter Chiereghin
Disegni e acquaforte: Laura Stor
Collana: piccololaboratorio
Pagine: 86
Prezzo: € 12,00

ISBN 9788899951054