Contenuto principale

Presentazione

UN PROGETTO DI EDITORIA FEMMINILE INDIPENDENTE:

La CASA EDITRICE “VITA ACTIVA”

dell’ ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CASA INTERNAZIONALE DONNE TRIESTE

 Il progetto editoriale si propone di valorizzare e diffondere la produzione culturale delle donne, di sostenere e perseguire una cultura non discriminante nei confronti di ogni differenza.

 La Casa editrice si muove su alcune direttrici:

  - Interviene nelle lacune del mercato editoriale riproponendo autrici dimenticate o non più edite. Mettere in circolazione le parole delle donne è uno dei fini politici nei quali ci riconosciamo, consapevoli che il mondo si cambia con una cura nella pratica e nel pensiero che deve partire da noi.
 - Esplora esperienze contemporanee nazionali e internazionali nel campo della narrativa, della saggistica, dei libri per bambine e bambini, per sottoporre al pubblico italiano testi nuovi.
 - Legge e accoglie progetti significativi di pubblicazione, premiando la qualità e garantendo la realizzazione di un prodotto finemente curato nella veste grafica e nei materiali.

 I libri editi risultano consoni agli scopi perseguiti dall'Associazione Casa Internazionale delle Donne di Trieste.

 

PREMIO ELCA RUZZIER

Una donna da non dimenticare

 Concorso letterario biennale che vuole diffondere la conoscenza e la valorizzazione di figure di “donne da non dimenticare”, del presente e del passato, realmente vissute.

Leggi tutto: Concorso letterario annuale Elca Ruzzier

 

Ultime novità del catalogo

  • Se cammini piano. Storie di donne

        Le autrici di questo volume di racconti che riguardano la vita portano alla superficie, nelle storie narrate, qualcosa di impalpabile e profondo che
 ha avuto a che fare con la propria singolare vita (quella delle narratrici), parlando tuttavia di altre donne che sono state importanti per loro. E' un compito speciale che hanno assunto per far emergere vicende nascoste oppure non messe pienamente...

    Leggi tutto: Se cammini...

  • Sempre altrove fuggendo.

    Protagoniste di frontiera in Claudio Magris, Orhan Pamuk, Melania G. Mazzucco       Con l'appassionante linguaggio di un diario di lettura, il lavoro analizza in chiave di genealogia femminile le protagoniste del romanzo di Claudio Magris Non luogo a procedere e quelle dei romanzi Il museo dell'Innocenza e La stranezza che ho nella testa dello scrittore turco Orhan Pamuk, specie dal punto di vista...

    Leggi tutto: Sempre...

  • Slovenka. Il primo giornale femminile sloveno

      La rivista Slovenka, in italiano La Slovena, uscì a Trieste tra il 1897 e il 1902 e fu il primo giornale femminile sloveno e il primo giornale triestino scritto da donne per altre donne, sebbene tra i collaboratori e i lettori vi fossero anche uomini sostenitori dell’emancipazione femminile. Le redattrici e le collaboratrici erano convinte dell’importanza del contributo femminile al progresso...

    Leggi tutto: Slovenka. Il...

Eventi recenti

  • Presentazione di "Se cammini piano" nel percorso Donne inquiete

    Nel percorso artistico e culturale DONNE INQUIETE (2019), curato come già in anni precedenti da Beth Vermeer, all'interno del “Progetto Design of the Universe”, si muovono presenze di artiste, poete, scrittrici, giornaliste, attrici del passato richiamate alla memoria da altre artiste, poete, scrittrici contemporanee in un gioco di rimandi che passano oltre il tempo e raccolgono eredità...

    Leggi tutto: Presentazione...

  • Slovenka presentato alla libreria Minerva

    Venerdì 21 giugno, alle ore 18.00, alla Libreria Minerva, via San Nicolò 20. Trieste Presentazione del libro Slovenka Il primo giornale femminile sloveno (Trieste, 1897-1902) (Vita Adira, 2019) Dialogheranno con la curatrice Marta Verginella (Università di Lubiana) • Lisa Corva, giornalista• Tullia Catalan, storica (Università di Trieste)• Tatjana Rojc, senatrice e storica letteraria  

    Leggi tutto: Slovenka ...

  • Slovenka al BID19 in Porto Vecchio

    Slovenka è stata presentato Sabato 25 maggio 2019 alla  Biennale internazionale d’arte femminile al Magazzino 26 in porto vecchio         Marta Verginella, Silva Bon e Natka Badurina supportate dalle letture estemporanee di Luisa Cividin e Giuliana Pregellio presentano il libro SLOVENKA!La rivista Slovenka, in italiano La Slovena, uscì a Trieste tra il 1897 e il 1902 e fu il primo giornale femminile...

    Leggi tutto: Slovenka al...

Articoli e recensioni recenti

  • Su Il Piccolo del 5 .09.19 Giulia Basso scrive del Concoso "Elca Ruzzier"

      Concorso "Elca Ruzzier" i migliori racconti racchiusi in un libro    Giulia Basso  La scrittura come testimonianza, come strumento per dare voce alle vite di donne esemplari, che altrimenti passerebbero sotto silenzio, scivolando nell'oblio. È la missione del concorso "Elca Ruzzier. Una donna da non dimenticare", che anche in questa sua quarta edizione ha dato alla luce una pubblicazione che...

    Leggi tutto: Su Il...

  • Riscrivere la cultura con sguardo di genere

    Scrive Sergia Adamo su Letterate Magazine del 30.07.2019  È con questo spirito che la casa editrice Vita Activa ha inaugurato di recente la nuova collana di saggistica “Exempla”, diretta da Silva Bon. Non si tratta dell’ennesima nuova comparsa sul mercato editoriale. Non solo perché Vita Activa è un esperimento originale, interessante e importante: un progetto di editoria femminile indipendente...

    Leggi tutto: Riscrivere...

  • su "Il Piccolo" del 7 luglio 2019 "SLOVENKA"

    CONSIGLIATO DAL LIBRAIO ---  ILDE KOSUTA    Slovenka, il primo giornale dalla parte delle donne    Il libro "Slovenka" in lingua slovena, è stato pubblicato nell'anno 2018 dalla Facoltà di filosofia dell'Università di Lubiana, curato da Marta Verginella. La traduzione in lingua italiana a cura di Irena Lampe invece è uscita quest'anno con la casa editrice Vita activa di Trieste. La rivista Slovenka, in...

    Leggi tutto: su "Il...

Il progetto editoriale

Il progetto editoriale si richiama alle parole di Hannah Arendt: "Il fatto che l'uomo sia capace d'azione significa che da lui ci si può attendere l'inatteso, che è in grado di compiere ciò che è infinitamente improbabile. E ciò è possibile solo perché ogni essere umano è unico e con la nascita di ciascuno viene al mondo qualcosa di nuovo nella sua unicità", (Vita Activa. La condizione umana). Proprio il lavoro umano, l’opera e l’agire consentono la vita sociale, condizione politica di esistenza di una pluralità di persone in relazione tra di loro, che si realizza nella sfera pubblica. Questa idea incarna bene il desiderio delle donne di prendere posizione e di agire nel mondo, di cui la Casa editrice si fa interprete.

 

 

 

Casa Editrice Vita Activa (APS Casa Internazionale delle Donne Trieste)

- Via Pisoni, 3 - 34126 Trieste - tel. +39 040 568476
C.F. 90136080323 P. Iva 012395603
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.