Contenuto principale

Presentazione

UN PROGETTO DI EDITORIA FEMMINILE INDIPENDENTE:

La CASA EDITRICE “VITA ACTIVA”

dell’ ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CASA INTERNAZIONALE DONNE TRIESTE

 Il progetto editoriale si propone di valorizzare e diffondere la produzione culturale delle donne, di sostenere e perseguire una cultura non discriminante nei confronti di ogni differenza.

 La Casa editrice si muove su alcune direttrici:

  - Interviene nelle lacune del mercato editoriale riproponendo autrici dimenticate o non più edite. Mettere in circolazione le parole delle donne è uno dei fini politici nei quali ci riconosciamo, consapevoli che il mondo si cambia con una cura nella pratica e nel pensiero che deve partire da noi.
 - Esplora esperienze contemporanee nazionali e internazionali nel campo della narrativa, della saggistica, dei libri per bambine e bambini, per sottoporre al pubblico italiano testi nuovi.
 - Legge e accoglie progetti significativi di pubblicazione, premiando la qualità e garantendo la realizzazione di un prodotto finemente curato nella veste grafica e nei materiali.

 I libri sono editi a seguito di progetti presentati da socie o soci che, sottoposti alla valutazione di un comitato di lettura interno, risultino consoni agli scopi perseguiti dall'Associazione Casa Internazionale delle Donne di Trieste.

 

PREMIO ELCA RUZZIER

Una donna da non dimenticare

 Concorso letterario annuale che vuole diffondere la conoscenza e la valorizzazione di figure di “donne da non dimenticare”, del presente e del passato, realmente vissute.

ATTENZIONE la scadenza è stata prorogata

al  30 SETTEMBRE 2016

Leggi tutto: Concorso letterario annuale Elca Ruzzier

 

Ultime novità

  • Mirella Schott Sbisà. Una vita di donna nell'arte e nella cultura di Trieste del Novecento.

        Mirella inizia ad amare l’arte fin da giovanissima: la introduce allo studio della pittura il grande Carlo Sbisà (Trieste 1899 - 1964), artista molto noto a Trieste e in Italia per la sua raffinata e personale interpretazione del novecentismo e per i suoi affreschi. Ben presto diverrà suo marito e, insieme, attraverseranno il guado stilistico del secondo conflitto mondiale, che lasciò spiazzati...

    Leggi tutto: Mirella...

  • Attraversando il fiume in bicicletta

      Un libro tra narrativa e biografia, una narrazione veloce, a tratti scattante, come di chi racconta le vicende ingarbugliate della propria vita per passare oltre. E la vita riserva, a volte,  sorprese e passaggi incredibili. L'infanzia e la giovinezza trascorse tra Belgrado, l'Argentina e Trieste portano a una formazione internazionale nella quale la protagonista viene in contatto con sistemi...

    Leggi tutto: Attraversando...

Eventi recenti

  • Presentazione del libro Attraversando il fiume in bicicletta

    Sabato 16 luglio - ore 19 alla libreria In der Tat di Via Diaz 22 Gabriella Musetti presenterà il libro ATTRAVERSANDO IL FIUME IN BICICLETTA di ANA CECILIA PRENZ KOPUŠAR Letture di Luisa Cividin    le foto sono ...

    Leggi tutto: Presentazione...

  • Presentazione di Vita Activa al Lavatoio di San Giacomo

    Mercoledì 13 luglio ore 18.30 presenteremo VITA ACTIVA alla città e tre dei libri editi dalla Casa Editrice Siamo partite in tre, Oltre le parole, Dice Alice  Introduzione di Gabriella Musetti cui seguirà la lettura  delle autrici di alcuni brani  scelti     le foto sono QUI  e qui il video su Alda che legge la sua storia nella serata di presentazione  

    Leggi tutto: Presentazione...

  • Ritorna Letti di notte

    Sabato 18 giugno dalle 21 ritorna Letti di notte                                                            Sabato 18 giugno, dal tramonto, le librerie diventano città del mondo. Ogni libreria decide che città vuole essere, quale mondo e Paese. Non c’è forse tutto il mondo, in libreria? LETTI DI NOTTE 2016 SABATO 18 giugno dalle 21,00 LIBRERIA IN DER TAT – dehors VIA DIAZ 22 – TRIESTE In collaborazione con: 
l’associazione Letteratura Rinnovabile, il...

    Leggi tutto: Ritorna...

Il progetto editoriale

Il progetto editoriale si richiama alle parole di Hannah Arendt: "Il fatto che l'uomo sia capace d'azione significa che da lui ci si può attendere l'inatteso, che è in grado di compiere ciò che è infinitamente improbabile. E ciò è possibile solo perché ogni essere umano è unico e con la nascita di ciascuno viene al mondo qualcosa di nuovo nella sua unicità", (Vita Activa. La condizione umana). Proprio il lavoro umano, l’opera e l’agire consentono la vita sociale, condizione politica di esistenza di una pluralità di persone in relazione tra di loro, che si realizza nella sfera pubblica. Questa idea incarna bene il desiderio delle donne di prendere posizione e di agire nel mondo, di cui la Casa editrice si fa interprete.

.