Contenuto principale

Presentazione

UN PROGETTO DI EDITORIA FEMMINILE INDIPENDENTE:

La CASA EDITRICE “VITA ACTIVA”

dell’ ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE CASA INTERNAZIONALE DONNE TRIESTE

 Il progetto editoriale si propone di valorizzare e diffondere la produzione culturale delle donne, di sostenere e perseguire una cultura non discriminante nei confronti di ogni differenza.

 La Casa editrice si muove su alcune direttrici:

  - Interviene nelle lacune del mercato editoriale riproponendo autrici dimenticate o non più edite. Mettere in circolazione le parole delle donne è uno dei fini politici nei quali ci riconosciamo, consapevoli che il mondo si cambia con una cura nella pratica e nel pensiero che deve partire da noi.
 - Esplora esperienze contemporanee nazionali e internazionali nel campo della narrativa, della saggistica, dei libri per bambine e bambini, per sottoporre al pubblico italiano testi nuovi.
 - Legge e accoglie progetti significativi di pubblicazione, premiando la qualità e garantendo la realizzazione di un prodotto finemente curato nella veste grafica e nei materiali.

 I libri editi risultano consoni agli scopi perseguiti dall'Associazione Casa Internazionale delle Donne di Trieste.

 

PREMIO ELCA RUZZIER

Una donna da non dimenticare

 Concorso letterario biennale che vuole diffondere la conoscenza e la valorizzazione di figure di “donne da non dimenticare”, del presente e del passato, realmente vissute.

Leggi tutto: Concorso letterario annuale Elca Ruzzier

 

Ultime novità del catalogo

  • Slovenka. Il primo giornale femminile sloveno

      La rivista Slovenka, in italiano La Slovena, uscì a Trieste tra il 1897 e il 1902 e fu il primo giornale femminile sloveno e il primo giornale triestino scritto da donne per altre donne, sebbene tra i collaboratori e i lettori vi fossero anche uomini sostenitori dell’emancipazione femminile. Le redattrici e le collaboratrici erano convinte dell’importanza del contributo femminile al progresso...

    Leggi tutto: Slovenka. Il...

  • Trieste. Una frontiera letteraria

        “Nessun’altra città in Italia - scrive di Trieste l'autrice - ha frequentato con tale appassionata assiduità un novero talmente eterogeneo di culture extra-nazionali nel corso del Novecento. In nessun’altra città italiana l’identità culturale ha sperimentato sul proprio corpo sociale la vertigine del balletto delle frontiere geopolitiche. Ambiente vissuto nel quale la riflessione individuale è...

    Leggi tutto: Trieste. Una...

  • Io e Agnese

          L'autrice narra l'esperienza di insegnante di scrittura creativa nel carcere di Solliciano, stabilisce un contatto con donne che hanno alle spalle vite sciupate e drammatiche, insegna loro a esprimere emozioni e sentimenti, questo rompe il meccanismo di una scrittura monologante legata al proprio vissuto per spostarla in un’ottica di rispecchiamento e di oggettivazione che crea trama, fabula,...

    Leggi tutto: Io e Agnese

Eventi recenti

  • "Trieste una frontiera letteraria" al caffè degli Specchi

    Silva Bon e Roberto Dedenaro, dopo l'anteprima di Londra avvenuta al 10 maggio scorso,  presentano a Trieste per la prima volta il libro di Katia Pizzi.  Trieste una frontiera letteraria  al Caffè degli Specchi  Mercoledì 22 maggio   alle ore 18    La presentazione sarà accompagnata dalle letture di Luisa Cividin e Giuliana Pregellio.Un saggio introduttivo e la scelta antologica di brani di autori e...

    Leggi tutto: "Trieste una...

  • "Pomeriggio Gaskell" Alla Biennale Internazionale Donna, Porto Vecchio,

      Libri di donne e non solo Alla Biennale Internazionale Donna Magazzino 26, Porto Vecchio, Trieste  sabato 18 maggio 2019 - ore 17.30 "Pomeriggio Gaskell" A cura di Helen Brunner, Manuela Centazzo e Marisa Sestito Un pomeriggio dedicato a Elizabeth Gaskell, la scrittrice inglese vissuta negli anni della rivoluzione industriale che ha messo al centro della sua scrittura il mondo delle donne e...

    Leggi tutto: "Pomeriggio...

  • La prima di "Io e Agnese"

    La prima di Io e Agnese 10 aprile, Caffè degli Specchi racconta Carmen Gasparotto.   Arriva in ritardo Monica Sarsini e capisci che non è per una dimenticanza, per una disattenzione. Per lei scrittrice-artista che fa fatica a stare dentro una grande confusione di tegole, di antenne (…) di voci raccolte il vento fuori, l'odore della pioggia, la pietra bagnata a specchio della Piazza, si sono...

    Leggi tutto: La prima di...

Articoli e recensioni recenti

  • Su Leggendaria Elvira Federici scrive su " Guida sentimentale di Orvieto"

    Cosa chiederemmo a una guida che non serva a fornire indicazioni per ristoranti e hotel, accompagnate da essenziali informazioni sulla storia e sull’arte?  Ameremmo entrarci per via di racconti, attraverso cui assaporare la luce, l’odore, la memoria, la mappa della città e di chi la abita. Della città e di chi la abita: dove la congiunzione /e/ segnala l’unicum ambivalente e danzante di mura e...

    Leggi tutto: Su ...

  • Nata a Trieste la guida sentimentale di Orvieto

    Un libro che rende Orvieto un luogo dell’anima anche per un viaggiatore frettoloso e stressato di Walter Chiereghin   Nell’editoria è come nella vita: talvolta si dà corpo a un ossimoro, in altri casi succede che un’iniziativa nasce dove meno te l’aspetti, e tuttavia poi ti accorgi che non sarebbe stato possibile altrimenti, e che il luogo “sbagliato” risulta in effetti l’unico possibile, magari per...

    Leggi tutto: Nata a...

  • A Ponti letterari di Aurisina "Lettere da Salonicco"

      Lunedì 6 maggio 2019 alle ore 18:15 appuntamento con i Ponti letterari di Aurisina, all'Agriturismo Juna - Aurisina Centro 97/c  Silvia Bon e Cecila Radnich presentano Lettere da Salonicco  

    Leggi tutto: A Ponti...

Il progetto editoriale

Il progetto editoriale si richiama alle parole di Hannah Arendt: "Il fatto che l'uomo sia capace d'azione significa che da lui ci si può attendere l'inatteso, che è in grado di compiere ciò che è infinitamente improbabile. E ciò è possibile solo perché ogni essere umano è unico e con la nascita di ciascuno viene al mondo qualcosa di nuovo nella sua unicità", (Vita Activa. La condizione umana). Proprio il lavoro umano, l’opera e l’agire consentono la vita sociale, condizione politica di esistenza di una pluralità di persone in relazione tra di loro, che si realizza nella sfera pubblica. Questa idea incarna bene il desiderio delle donne di prendere posizione e di agire nel mondo, di cui la Casa editrice si fa interprete.

 

 

 

Casa Editrice Vita Activa (APS Casa Internazionale delle Donne Trieste)

- Via Pisoni, 3 - 34126 Trieste - tel. +39 040 568476
C.F. 90136080323 P. Iva 012395603
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.