Contenuto principale

Su leggereonline "Un girasole diverso"

Il volume propone i racconti che hanno vinto e che sono stati selezionati nell’ambito della terza edizione del Concorso letterario “Elca Ruzzier. Una donna da non dimenticare”. Indetto dalla Casa Internazionale delle Donne di Trieste, dalla Casa editrice Vita Activa e dal gruppo della Società Italiana di Letterate della regione Friuli Venezia Giulia... 

immagine dal sito leggereonline

... Lettura piacevole che a volte lascia un po’ di amaro in bocca perché nonostante tante battaglie ci rendiamo conto che abbiamo ancora molto lavoro da fare e che le donne, troppo spesso, sono ancora discriminate e oggetto di violenza... Leggi tutto l'articolo

 

Su Mondita review Maria Cristina Mauceri recensisce "Algoritmi indiani"


Algoritmi indiani : storie di donne
di Maria Cristina Mauceri  ( Università di Sydney )



Laila Wadia è sicuramente una delle scrittrici più prolifiche e originali della letteratura translingue in italiano. Nata a Bombay, si è trasferita in Italia nel 1986 e vive e lavora a Trieste come docente di inglese e traduttrice. La sua scrittura è caratterizzata da una sottile ironia, “un’arma di istruzione di massa” come l’ha definita, e da un uso arguto degli stereotipi. Lo stile leggero dei suoi racconti e dei suoi romanzi non le impedisce di trattare temi seri perché è una scrittrice dotata di grande sensibilità con una intensa coscienza sociale che si nota nell’empatia che dimostra verso suoi personaggi, specialmente quelli femminili, come in quest’ ultimo romanzo, Algoritmi indiani (Vita Activa, 2017, 14 €), ambientato nell’India contemporanea...continua

Recensione di "Attraversando il fiume in bicicletta"

Sul FORUM EDITRICE UNIVERSITARIA UDINESE una bella recensione del libro di Cecilia Prenz

 

forum editrice universitaria udinese

 

Tre paesi, tre città, tre culture e tre lingue s’intrecciano in questo esordio di Cecilia Prenz. Nata a Belgrado, auto-identificata come argentina, vive a Trieste. Il romanzo, scritto in spagnolo e pubblicato prima nel 2015 in Argentina, è stato ristampato in versione italiana (autotradotta) da parte di un editore indipendente di Trieste... continua QUI

Su Edita una recensione di Alessandro Canzian

Su Edita una bella recensione di Alessandro Canzian al libro di Anna Biffoli "Seme che non trova terra"

copertina del libro

Anna Biffoli dà alle stampe, a oltre settant’anni d’età, un libro d’esordio che ha tutta la sostanza e l’efficacia di un libro della vita. Vi si trovano infatti testi che coprono un arco temporale di trentadue anni (1983-2015) ma che, nella coerenza di una donna che ha vissuto attenta fino allo scrupolo estremo verso le persone, disponibile all’accoglienza aperta dell’altra e dell’altro, capace di mettere in gioco continuamente la sua umanità in un rapporto di scambio autentico (come sottolinea Gabriella Musetti in prefazione), mantiene una direttrice fondamentale che sa diventare la sua storia.... continua

Su Il Manifesto: intervista a Laila Wadia

«Il progresso indiano? Ha ombre e luci»

- Matteo Miavaldi, 07.06.2017

Intervista. Parla la scrittrice di Bombay (che vive in Italia) Laila Wadia, ospite l'8 giugno al festival «Leggendo Metropolitano» di Cagliari.   

Algoritmi Indiani (Vita Activa edizioni, pp. 154, euro 14) è l’ultimo libro di Laila Wadia, scrittrice indiana residente in Italia da trent’anni, autrice di diversi romanzi e collezioni di racconti brevi in cui si è misurata su temi come immigrazione, diritti delle donne e multiculturalismo.... continua QUI