Contenuto principale

Su Ponte rosso: La lunga vita di Giuseppina Martinuzzi

di Silva Bon


 

articolo su ponte rosso di silvia bon

 

È appena uscito in libreria l’ultimo lavoro di Giacomo Scotti, noto scrittore e poeta, nato a Saviano, in provincia di Napoli, nel 1928 e attivo tra Fiume e Trieste, in un continuo intreccio di viaggi, di spostamenti, di presenze culturali nelle due realtà contigue, quella croata e quella italiana. Scotti è portatore di valori di dialogo, di conoscenza, di superamento di confini reali e di muri ideologici, di pregiudizi che chiudono all’altro, per promuovere piuttosto un ponte costruito sulla parola, sulla diffusione di saperi, di avventure letterarie che permettono ai lettori italiani, curiosi e aperti, di incontrare il mondo croato-serbo e, a quelli della ex Jugoslavia, il mondo italiano. Per questa sua opera instancabile di fraseggio e di contaminazione intellettuale, politica in senso lato, è stato premiato più volte, in Italia, come a Fiume e a Pola.

Autore di più di centottanta opere di storia, di narrativa, romanzi, sillogi poetiche, saggi, Giacomo Scotti, a no- vant’anni ancora è presente nel mondo culturale delle nostre terre di frontiera. Come scrittore sensibile, e attento ope- ratore scienti co, oggi ci offre la possibilità di leggere il lavoro più completo ed esaustivo scritto su un personaggio... continua

 

 

 

 

Storie de Fausta su Ponte rosso n°31

di Fulvio Senardi

 

immagine di Claudio Grisancich

 

Storie de Fausta, il poemetto in diaetto triestino che Claudio Grisancich ha da poco offerto al pubblico dei suoi estimatori discende in linea diretta da Album (Hammerle Editori, 2013). Non solo per l’ambientazione (si direbbe scontata per la poesia dialettale), dove è sapientemente giocata la carta dell’intreccio di luoghi e di memorie, ma per lo scorrere sorgivo del verso,  affrancato dagli utili impacci della punteggiatura.

Lì, in Album, tale resa era funzionale al uire libero e quasi febbrile dei ricor- di, amministrati da un Io lirico coinci- dente con lo stesso autore. Qui un usso memoriale tutto a carico del personaggio affabulante, Fausta appunto, per la qua- le Grisancich rielabora il verso lungo di alcune composizioni di Album, dandoci una metrica compatta, che strizza d’oc- chio all’alessandrino delle Chansons de geste. Del resto, come ci insegna la storia letteraria, anche il più famoso dei poemetti del secondo Novecento intito- lato ad una donna, La ragazza Carla, di Elio Pagliarani (1960) ha optato per un funzionale verso lungo, prevalentemente dodecasillabi ed endecasillabi, i più adatti all’economia di un racconto....leggi tutto

 

 

A pranzo tra i libri con le autrici di Vita Activa

Da " Il Piccolo " di Trieste del 14 gennaio 2018

 

al posto delle fragole le aitrici di V.A.

Nel mare magnum dell'editoria prevalentemente dominata dalle logiche delle vendite più che dalla sostanza, ci sono in controtendenza delle piccole isole

che si pongono quale obiettivo primario, l'offrire ai lettori esigenti titoli e penne di qualità....continua sul "Il Piccolo"

Tanja Škopac su "La voce del Popolo"scrive della "La prima donna rossa istriana"

Tanja Škopac su "La voce del Popolo"scrive della "La prima donna rossa istriana"

ALBONA - Il lavoro più completo ed esaustivo scritto su un personaggio femminile che nella regione dell'Alpe Adria e diventato un mito propositivo di autonomia, emancipazione e valorizzazione delle donne. Secondo la storica Silva Bon, è anche questa una delle qualità del volume "La prima donna rossa istriana. Vita, opera politica e letteraria di Giuseppina Martinuzzi”, di Giacomo Scotti,presentato mercoledì sera negli spazi della Biblioteca civica di Albona nell’ambito di una serata letteraria tenutasi in occasione del 174° della nascita (14 febbraio 1844) della grande insegnante,letterale e rivoluzionaria albonese, morta il 25 novembre 1925... contina

Altri articoli e video sono reperibili a questi link:

http://labin.hr/
http://www.radiolabin.hr/news_details.php?id=11389

 

Due articoli sulla presentazione del libro "Un girasole diverso"

 

Due articoli sull'evento:

uno sulla rivista on line "Il paese delle donne"che iniizia così:

Oggi, giovedì 21 Dicembre 2017, alle ore 17,00, alla sala Bobi Bazlen, Palazzo Gopcevich, via Rossini 4 –Trieste, la Casa Internazionale delle Donne di Trieste  e Vita Activa Editoria, con il finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nell’ambito del bando regionale per i finanziamenti alle attività culturali per spettacoli dal vivo, presentano lo spettacolo Un girasole diverso. Frammenti di storie di donne raccontati, danzati, recitati, uno spettacolo sulla forza delle donne che si rifà ai racconti vincitori e selezionati del Concorso Elca Ruzzier.
e che continua continua qui    

 

L'altro sul quotidiano locale "Il Piccolo" di venerdì 22 dicembre 2017