Contenuto principale

"Pomeriggio Gaskell" Alla Biennale Internazionale Donna, Porto Vecchio,

 

Libri di donne e non solo


Alla Biennale Internazionale Donna Magazzino 26, Porto Vecchio, Trieste

 sabato 18 maggio 2019 - ore 17.30


"Pomeriggio Gaskell"


A cura di Helen Brunner, Manuela Centazzo e Marisa Sestito
Un pomeriggio dedicato a Elizabeth Gaskell, la scrittrice inglese vissuta negli anni della rivoluzione industriale che ha messo al centro della sua scrittura il mondo delle donne e delle questioni sociali
Presentazione dei libri "Lady Ludlow" (Vita Activa) e "Nord e Sud" (Jo March) Letture a cura di Luisa Cividin e Giuliana Pregelli

 

La prima di "Io e Agnese"

La prima di Io e Agnese

10 aprile, Caffè degli Specchi

racconta Carmen Gasparotto.

 

Arriva in ritardo Monica Sarsini e capisci che non è per una dimenticanza, per una disattenzione. Per lei scrittrice-artista che fa fatica a stare dentro una grande confusione di tegole, di antenne (…) di voci raccolte il vento fuori, l'odore della pioggia, la pietra bagnata a specchio della Piazza, si sono fatti richiami irresistibili. Saluta e abbraccia molti degli amici e delle amiche - si rifugia negli abbracci - e il suo accento toscano si rivela subito come marchio identitario.

La presentazione ci accompagna dentro al libro come all'interno di una mostra pittorica: le storie delle detenute, la storia di Agnese, la storia della narratrice. Si sottolinea l'importanza che in questo libro hanno la scrittura, lo stile e la prosa fortemente sensuale. L'autrice, durante il dialogo, restituisce testimonianza della vita detentiva delle donne che, all'interno del carcere di Sollicciano come nelle altre sezioni detentive femminili, pagano in termini di attenzione la loro residualità numerica. Io e Agnese è un libro fatto di tante cose. Ernestina Pellerini, nel saggio che fa da postfazione al libro, definisce la scrittura di Monica Sarsini una “poetica del trauma”, come se il trauma rappresentasse una sorta di codice di base del linguaggio artistico e, forse, un codice di vita.

 

 

 

Agli Specchi presentazione ufficiale di "IO E AGNESE"

Mercoledì 10 aprile 2019

al Caffè degli Specchi presentazione ufficiale di

 

Io e Agnese 

di Monica Sarsini

 

 

Presentazione  dell'ultimo libro edito dalla Casa Editrice, IO E AGNESE di Monica Sarsini, contenente un saggio di Ernestina Pellegrini, che colloquierà con Roberto Dedenaro, Angelo Pauletti e Carmen Gasparotto.


Il libro narra di un'insegnante di scrittura creativa e la sua esperienza all'interno di un carcere.

Al BID19 serata con "Lettere da Salonicco"

 

Venerdì 12 aprile, alle 17:30


al Magazzino 26 di Porto Vecchio - Trieste  


letture da "Lettere da Salonicco"

 

 

 

Questa traduzione del libro di Jelena Dimitrijevic' permette a noi, di Vita Activa, di aprire innumerevoli dibattiti, sempre con sfaccettature diverse.

Venerdì, alla Biennale Internazionale Donna, con Marija Mitrovic e la traduttrice Ginevra Pugliese ci saranno, a portarci nuove curiosità Patrizia Saina (Editor del libro), Natka Badurina e Laura Ricci.
Letture curate da Luisa Cividin con Giuliana Pregellio.

A seguire, come tutti i venerdì, l'aperitivo in rosa con un tocco di mirtillo, con stuzzichini e tanta musica fino alle ore 22.00, per una serata tutta dedicata all'Arte.

A Ponti letterari di Aurisina "La prima donna rossa istriana"

 

Lunedì 8 aprile alle ore 18:00 

al secondo appuntamento con i Ponti letterari di Aurisina, da Juna verrà presentato

La prima donna rossa istriana di Giacomo Scotti

 

 

Secondo appuntamento con i Ponti letterari di Aurisina. Lunedì da Juna con Vita Activa, un progetto promosso dalla casa Casa Editrice Vita Activa e dall' Agriturismo Juna nell'ambito del progetto “Città che legge - ALGY, magnifico lettore”, sostenuto dal Comune di Duino Aurisina - Devin Nabrežina.


Nel salotto letterario dell'Agriturismo Juna la storica Silva Bon presenterà il volume di Giacomo Scotti "La prima donna rossa istriana". Vita, opera politica e letteraria di Giuseppina Martinuzzi (Vita Activa, Trieste 2017).
Questo libro costituisce una possibilità attiva e vincente di confronto con l’opera e l’esempio di vita di una grande donna, operante tra Ottocento e Novecento; esso giustamente ripropone e valorizza quei semi di ideale ispirazione culturale e di onesto impegno politico-sociale gettati e testimoniati da Giuseppina Martinuzzi: di questi stimoli abbiamo bisogno ancora oggi, in momenti di difficili passaggi di un contesto italiano ed europeo. (Silva Bon)

Con la collaborazione di: Združenje staršev in otrok OŠ V. ŠČEK iz Nabrežine Associazione genitori e bambini della SE V. ŠČEK di Aurisina, Casa C.A.V.E., Cave Nove, Libri in Salotto a Duino, SKD Vigred – Šempolaj, i “Ponti letterari di Aurisina” rappresentano una speciale occasione di incontro attraverso i libri, ponti in grado di unire persone e territori,
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.